Vigili del fuoco nei guai per colpa di un maialino

31 ottobre 2014 ore 14:08, intelligo
Vigili del fuoco nei guai per colpa di un maialino
Si tratta di tre pompieri volontari del corpo di Gardolo, a Trento (scenario sempre di polemiche animaliste), un caposquadra e due vigili del fuoco volontari. Peculato e uccisione dolosa di animale sono le accuse di cui dovranno rispondere. Sono nei guai per l'uccisione del maialino Ettore, avvenuta nel dicembre del 2013.
Roberta Perini, proprietaria di Ettore, aveva presentato denuncia, supportata dalla Lav, in seguito alla scomparsa dell'animale, che come altre volte si era allontanato da casa. Peccato che quando sono intervenuti i vigili hanno creduto si trattasse di un animalino selvatico, forse un piccolo cinghiale, come del resto avrebbero confermato gli uomini della forestale chiamati sul posto. Colpa anche del fatto che non fosse marchiato. Il processo si terrà il prossimo 26 marzo. Dalle ricostruzioni dell'accusa si evince che i tre vigili il 1 dicembre del 2013 su richiesta di un cittadino, che aveva trovato il maialino e aveva chiamato i carabinieri, si sarebbero appropriati del maialino e non avrebbero seguito la procedura prevista dalla legge provinciale sugli animali vaganti. Roberta vuole la verità, hanno ucciso o comunque provocato la morte dell'animale senza far intervenire il veterinario? Il problema è che dalla telefonata in caserma l'animale risultava liberato nel bosco.Poi i vigili del fuoco volontari si erano decisi a dire la verità e a consegnare quel che rimaneva dell'animale, ovvero bistecche...
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...