Battaglia anti-gender, Fratelli d'Italia cade su una foto. Ma non è la prima volta

14 settembre 2015, Adriano Scianca
Battaglia anti-gender, Fratelli d'Italia cade su una foto. Ma non è la prima volta
Fanno campagna contro l'educazione gender, ma usano la foto di una campagna anti-omofobia. E ovviamente, come volevasi dimostrare, gli occhi degli "avversari" erano puntati. 

È l'incredibile gaffe di Fratelli d'Italia, che ha affisso a Trento un manifesto per contestare l'introduzione dell'ideologia di genere che interesserà, a partire da questo mese, 21 scuole trentine. 

L'immagine utilizzata ritrae un ragazzo con il rimmel colato dal pianto, ma si tratta di uno scatto nato in un contesto ben preciso: una campagna in ricordo di Joshua Ryan Alcorn, 17enne transgender morto suicida, negli Usa, perché i suoi genitori non accettavano la sua condizione. 

Lo scatto è della fotografa inglese di origini italiane Rose Morelli. 

Ma per Fratelli d'Italia non è la prima gaffe del genere. L'anno scorso, nell'ambito di una campagna per promuovere la raccolta firme contro le adozioni da parte di coppie dello stesso sesso, sempre Fdi utilizzò una foto di Oliviero Toscani che ritraeva due coppie gay con un bambino. 

Il fotografo annunciò querele e quella gaffe rischiò di costargli molto...
caricamento in corso...
caricamento in corso...